04.05 – Sconfinamenti – Spazio europeo e confini (in)valicabili

link alla giornata completa

Partiamo da una constatazione: oggi, più che mai, la definizione di Fortezza Europa è azzeccata. La continua minaccia di sospensione di Shengen; l’accordo che l’unione europea ha siglato, stanziando miliardi di euro, con il dittatore turco per la gestione dei profughi che provengono dall’oriente del mediterraneo; gli assordanti tamburi di guerra che minacciano la Libia anche, e soprattutto, per frenare l’afflusso di uomini e donne dalle coste del nord Africa; per non parlare della riconfigurazione di confini interni all’Europa stessa: il percorso della cosiddetta “Balkan Route” è sempre più segnato da muri, polizie di frontiera e filo spinato; fino alla “Calais Jungle” dove si infrangono e costruiscono i desideri di una vita verso la Gran Bretagna. Questo è lo spazio europeo che siamo costretti ogni giorno a vivere e subire: rifiutarlo è il primo passo per immaginarci un’Europa diversa.

 

Ne discuteremo con 
Martina Tazzioli, Università di Marsiglia e collettivo Euronomade
Giuseppe Campesi, Università di Bari ed autore di “Polizia della Frontiera”

 

Mercoledì 4 maggio
ore 17.30 @AulaB

Dipartimento SPGI (Via del santo, 28)