28.05 – Presentazione del libro “Suicidi. Studio sulla condizione umana nella crisi”

Suicidiore 16:30 – A partire dal famoso volume di Durkheim “Il suicidio” e a partire da un campione di quaranta storie di suicidi economici avvenuti in Italia tra il 2012 e il 2013, in questo libro si indicano le cause principali che spingono molti lavoratori a optare per la morte volontaria nella società contemporanea.

Il suicidio, inteso qui solo come “fatto sociale”, appare strettamente legato alle dinamiche prodotte dalla crisi economica, dalle matrici del neoliberismo, dalla crisi del Welfare e dei diritti sociali, da un’antropologia negativa prevalentemente fondata sulla paura del futuro sul debito, sulla colpa, su un senso di smarrimento e solitudine generalizzati, sull’impossibilità stessa di accettare il fallimento.

La crisi economica letta attraverso i suicidi, dunque, diventa essa stessa crisi dei legami sociali, crisi di un’etica condivisa, processo di scomposizione sociale e di individualizzazione. Una voragine da cui ripartire per pensare un nuovo modello di società, un nuovo modo di produzione, un nuovo Welfare.

Con saggi di Sara Fariello, Stefania Ferraro, Caterina Peroni, Pietro Saitta.

introduce:
Giuseppe Mosconi, professore di Sociologia del Diritto

intervengono:
Anna Simone, curatrice del libro
Caterina Peroni, autrice del saggio “L’impresa del suicidio, Ascesa e crisi del modello di sviluppo “Nord Est"
Gianfranco Bettin, Assessore Comune di Venezia
Ernesto Milanesi, Giornalista

 

Mercoledì 28 maggio
ore 16:30, aula B3
@Ca' Borin
(via del Santo, 22)

 

La presentazione si svolgerà all'interno dei corsi di Sociologia del Diritto e Sociologia della Devianza. Corso di laurea di Scienze Sociologiche.

 

Di.S.C – Dipartimento Saperi Critici