29.04 – Di maschere e dannati: da Fanon alle teorie postcoloniali, un’introduzione

fanonterzo incontro del ciclo seminariale "Cartografie Subalterne: sguardi postcoloniali su confini, conflitti e traiettorie insorgenti" (link al programma completo)

 

Parigi, Bruxelles, Colonia ci impongono di ripensare alcune categorie politiche ed analitiche con cui, fino ad ora, abbiamo provato a leggere l’esistente. I confini, quelli esterni che rendono l’Europa una fortezza invalicabile, quelli interni alle nostre città e metropoli, quelli che producono l’Altro da noi, sono un tema di discussione che attraversa trasversalmente ogni discorso pubblico, anche quello prodotto dal dibattito mainstream.

A partire da questa nuova definizione delle geografie spaziali e sociali, pensiamo sia necessario mettere al centro delle prassi di movimento le teorie post-coloniali, dentro e oltre la stessa Europa. Proprio a partire dalla centralità di un autore come Fanon crediamo sia indispensabile ripensare una pratica politica differente, all'altezza dei processi materiali che innervano i territori del capitalismo contemporaneo.

"Lasciamo quest’Europa che non la finisce più di parlare dell’uomo pur massacrandolo dovunque lo incontra, a tutti gli angoli delle sue stesse strade, a tutti gli angoli del mondo. "
(F.Fanon, I dannati della terra).

 

Ne discuteremo con:
Stefano Visentin, docente all’Università di Urbino
Viola Carofalo, autrice del libro “Un pensiero dannato”
Carla Panico, Exploit Pisa

 

link evento facebook

Giovedì 29 aprile
ore 18.30 @AulaB2, Ca' Borin

(via del Santo, 22)