A Padova ricompaiono i fantasmi! “Cara Università di Padova…”

IMG-20151216-WA0016Dopo tre mesi di campagne e iniziative che provassero a rompere il muro di silenzio e indifferenza che circonda la condizione di noi student*, nella notte tra ieri e oggi i fantasmi sono riapparsi e hanno lasciato una lettera all'Università di Padova.

 

 

In questa lettera emerge uno spaccato della situazione universitaria molto scoraggiante, e se guardiamo alle dichiarazioni dei vari rappresentati del Governo, la situazione, se possibile, peggiora ulteriormente: se da un lato le modifiche dei parametri ISEE e le misure “spot” contenute nella Legge di Stabilità su diritto allo studio e dis-coll, esclude moltissime persone dalla possibilità di accedere ad un percorso di formazione, dall'altro lato le istituzioni rimangono sorde, chiuse all'interno dei loro uffici dove, calcolatrice alla mano, viene deciso il futuro (o non-futuro) delle studentesse e degli studenti delle università.
Padova non è da meno: dopo esser stati lasciati fuori dagli uffici del diritto allo studio padovano, stiamo ancora aspettando infatti l'incontro promesso dal Commissario Straordinario dell'ESU Bordin con il neo Magnifico Rettore Rizzuto e il Prorettore alla condizione studentesca Guolo.
Un incontro che al momento rimane solo sulla carta…

Torniamo ai fantasmi allora, a quelle entità che pur non essendo riconosciute come reali, tangibili, riescono lo stesso a farsi sentire, a disturbare l'ordine della triste e grigia realtà con cui ci confrontiamo. Ci sono riusciti qualche tempo fa, apparendo in Via del Santo e riempendo tutta la notte gli spazi dell'università di arte, musica, calore e vita. Ci riprovano oggi, prima della pausa nataliza, lasciando queste lettere sparse un po' dapperttutto, rompendo il silenzio imposto e riprendendo voce e spazio…

see you soon…stay tuned…

 

Di.S.C.
Dipartimento Saperi Critici

 

qui la lettera integrale:

letteronza